In ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti, il giorno lunedì 28/01/2019 dalle 14:30 alle 17:30 in Sala Convegni - Fondazione A. Colocci - si terrà il seminario: “È avvenuto, quindi può accadere di nuovo” - Primo Levi - LA COSTRUZIONE GIURIDICA DELL'ESCLUSIONE".
 
Interventi previsti
 
Diritto speciale per persone speciali - Isabella Rosoni (Università di Macerata)
Verso il « concetto differenziale etnico ». La costruzione del diritto razzista nell’Italia fascista - Silvia Falconieri (Centre National de la Recherche Scientifique)
Un’indagine medico-legale speciale svolta da un esperto speciale: gli accertamenti di Attilio Ascarelli sulle vittime delle Fosse Ardeatine - Mariano Cingolani (Università di Macerata)
La Convenzione sull’eliminazione della discriminazione razziale: obblighi statali e misure di applicazione - Emanele Cimiotta (Università di Roma La Sapienza)
 
La partecipazione all'evento attribuirà 1 CFU agli studenti dei corsi di laurea in Scienze giuridiche applicate e in Scienze dell'amministrazione pubblica e privata. Per ottenere il credito è obbligatorio registrarsi nella specifica lista online della propria area riservata (Prenotazione esami - Ricerca appelli - Appelli da piano - Titolo del seminario) e firmare il giorno dell'evento il registro delle presenze compilando tutti i campi richiesti: nome e cognome, matricola, firma ingresso e firma uscita.
 
Scarica il programma completo degli interventi: locandina_pdf
 
Referenti:
prof. Andrea Caligiuri - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
prof.ssa Monica Stronati - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 

News dalla Fondazione Colocci

 
 

CONTATTI
Via Angeloni, 3 60035, Jesi (AN)

Telefono: +39 0731 213234
Fax: +39 0731 228537
segreteria@fondazionecolocci.it
fondazionecolocci@pec.fondazionecolocci.it

Connettiti con noi

Siamo su principali social network: seguici e stai in contatto!