Angelo Colocci, umanista, uomo politico, filologo colto e raffinato, munifico mecenate, nonché grande collezionista di opere d'arte e di libri, nasce a Jesi nel 1467 da Niccolò e Fortunata Santoni, appartenenti a due delle maggiori famiglie jesine. Giovanissimo soggiorna a Napoli e a Roma al seguito dello zio Francesco. Con tutta la famiglia Colocci viene esiliato dopo il fallito tentativo di rivolta contro l'autorità cittadina e pontificia messo in atto nel 1486 da nobili jesini.

 

Alla corte di Napoli prima e a Roma poi, Angelo Colocci viene a contatto con i più raffinati circoli umanistici. Dopo aver frequentato a Roma l'Accademia di Pomponio Leto, alla morte di questi ne diviene l'erede materiale, oltre che spirituale. A Roma Colocci trascorre lunga parte della sua esistenza, rivestendo prestigiosi incarichi politici alla corte pontificia. Non manca di prodigarsi tuttavia in favore della sua città, dove torna in varie occasioni, dedicandosi nel 1506 ad "ammendare molto il libro delle statuarie leggi di Jesi". Uomo dalla vasta dottrina e dai molteplici interessi, testimoniati dalla ricca e fornita biblioteca, ama circondarsi di letterati famosi e di giovani studiosi. La sua villa romana, conosciuta come con il nome di "Hortulus ad aquam virginem", diviene sede dell'Accademia Coloziana, a cui aderiscono i più illustri ingegni del tempo.
L'amore per le lettere e per l'arte fecero di lui uno dei più grandi collezionisti della Roma cinquecentesca; famose sono le raccolte di codici antichi e di statue romane che adornavano la sua villa. Nel 1549 muore a Roma lasciando un patrimonio di libri e carte, conservati per la maggior parte nella biblioteca vaticana, e una fama ininterotta nei quattro secoli trascorsi dalla sua morte.

La Fondazione "A. Colocci", costituitasi a Jesi nel dicembre 1995 con la finalità di promuovere l'istruzione, l'arte e la cultura nella Vallesina e nella provincia di Ancona, ha inteso assumere il suo nome quale dovuto riconoscimento all'uomo, al letterato, al cittadino e il ruolo culturale svolto nell'associazionismo accademico del suo tem

 

 

VIENI A STUDIARE CON NOI!

 

FONDAZIONE ANGELO COLOCCI

Via Angeloni 3 - Jesi (Ancona)

TEL. 0731/213234

 

Vicepresidente

Giombini Paola

Cosiglio di amministrazione

Cameruccio Gabriele

Cartuccia Aldo

Fiordelmondo Lorenzo

Manzoni Filiberto

Pentericci Francesca

Rocchetti Francesca

Sindaco Revisore

Valenti Sofio

CONTATTI
Via Angeloni, 3 60035, Jesi (AN)

Telefono: +39 0731 213234
Fax: +39 0731 228537
segreteria@fondazionecolocci.it
fondazionecolocci@pec.fondazionecolocci.it

Connettiti con noi

Siamo su principali social network: seguici e stai in contatto!